Il progetto sperimentale di vita indipendente denominato “PRONTI… VIA!” è finanziato da Regione Liguria; nasce dal desiderio di superare concretamente la standardizzazione dei servizi e del concetto di disabilità, al fine di permettere la declinazione dei principi di uguaglianza e AUTODETERMINAZIONE. Il progetto nasce altresì dal confronto e dalla consapevolezza tra le associazioni per cui sebbene esistano da anni i fondi relativi alla “Vita Indipendente”, questi non hanno mai preso realmente avvio per diversi fattori economici, personali e familiari (per esempio il tema del “distacco” dalla famiglia del soggetto disabile, la difficoltà del nucleo di concepire il disabile come soggetto “capace” di prendere decisioni autonome…). Per questo motivo il progetto ha subito diverse rimodulazioni nell’arco di diversi mesi a seguito di confronti continui con gli operatori di ASL 1 e del Distretto sociale.

Sulla base delle esigenze nate è risultato necessario procedere alla stipula di un protocollo operativo tra Distretto sociale, ASL 1, Anffas e Don Orione e istituire per la prima volta sul nostro territorio, una associazione temporanea di scopo (ATS) tra le ultime due.

Il progetto della durata iniziale di tre mesi e mezzo (aprile-luglio 2018) ha previsto:

  • 1 appartamento per l’autonomia per 3 ragazzi collocato presso l’appartamento a Sanremo situato nel complesso della Struttura di Opera Don Orione (casa dei dottori).

 

Il progetto per i residenziali ha previsto tre pernottamenti settimanali: martedì, mercoledì e giovedì fino al venerdì (h 15.30 orario in cui termina il laboratorio di cucina). Durante l’orario diurno i ragazzi dell’appartamento hanno seguito le attività esterne previste dal PIA ed hanno avuto la possibilità, a loro discrezione, di frequentare i laboratori.

 

  • 1 laboratorio diurno di sperimentazione delle abilità della vita quotidiana (cucina, cura del sé, gestione domestica, informatica e HACCP) fino a 13 ragazzi e ragazze aperto per 5 giorni la settimana per 4 ore al giorno preso i locali di Casa Anffas di Sanremo in Corso Garibaldi a Sanremo . Tale laboratorio è stato frequentato in modalità di alta intensità ( da 4 a 5 giorni la settimana) ed in modalità di media intensità (da 2 a 3 giorni la settimana).

Tutte le attività sono state gestite da un’unica equipe composta da diversi professionisti assunti dall’ATS e sono stati previsti continui monitoraggi attraversi riunioni periodiche condivise tra operatori, responsabili e enti interessati (Asl e Distretto).

Sembra che il progetto avrà una prosecuzione con lo stanziamento di ulteriori fondi.

Serena Busnelli

clicca qui per vedere la notizia su Sanremonews